Programma di riferimento regionale di Epidemiologia Ambientale

Chi siamo

Chi siamo

La rete regionale di referenti dei Dipartimenti di Prevenzione

Rete regionale di referenti dei Dipartimenti di Prevenzione per garantire, su temi specifici, competenze riguardanti il rapporto tra ambiente e salute

Il Programma di Riferimento Regionale di Epidemiologia Ambientale, istituito con DGR 2528 del 23 dicembre 2014 nasce in continuità con il precedente Centro Tematico Regionale di Epidemiologia Ambientale affidato alla conduzione tecnico-amministrativa dell’ULSS 22 dal 2001 al 2009.

Elemento caratterizzante e innovativo è dato dalla promozione di competenze rivolte non solo alla valutazione del rischio sanitario correlato all’esposizione a fonti di inquinamento ambientale, ma anche ai determinanti ambientali che influenzano positivamente la salute della popolazione e del suo territorio.

Ha funzione di coordinamento di una rete regionale di referenti dei Dipartimenti di Prevenzione delle aziende ASL, per assicurare iniziative tali da garantire competenze in merito alle valutazioni di impatto sanitario ambiente correlato. Il centro funge da interfaccia con Centri specializzati su temi specifici, con ARPAV e SER.

Il Programma di Riferimento Regionale di Epidemiologia Ambientale è stato istituito con DGRV n. 2528 del 23.12.2014, recepita con Deliberazione del Direttore Generale dell'ULSS20 n. 235 del 16.04.2015. Vai ai pdf dei documenti istitutivi

Il Programma di Riferimento Regionale di Epidemiologia Ambientale ha il compito di svolgere le seguenti attività in raccordo con il SER e la Sezione di Prevenzione e Sanità Pubblica:

  • attivazione rete di operatori di riferimento nelle Aziende ASL costituendo, per le stesse, un punto di riferimento;
  • supporto documentale e metodologico a favore delle Aziende ASL sull’analisi epidemiologica dei dati e dei rischi sanità-ambiente correlati;
  • formazione permanente del personale su tali tematiche
  • predisposizione di materiale informativo su temi generali di interesse ambientale ed epidemiologico;
  • interfaccia con Centri Specializzati su temi specifici, con ARPAV e SER;
  • partecipazione a specifici Tavoli di lavoro istituzionali sugli eventi e sui fenomeni attinenti al rapporto ambiente e salute;
  • elaborazione di relazioni tecniche, linee guida e documentazione scientifica su argomenti concordati con la Sezione Regionale Prevenzione e Sanità Pubblica riguardanti il rapporto ambiente e salute, con particolare attenzione ai determinanti che possono contribuire positivamente sul benessere e la qualità di vita della popolazione.

Come da piano di attività, di cui all’allegato n.2 alla Deliberazione del Direttore Generale ULSS 20 n.235 del 16.04.2015, è stato istituito un Comitato Scientifico con funzioni consultive e propositive in ordine alle attività previste dal Programma di Riferimento Regionale di Epidemiologia Ambientale

Nel corso del 2015 è stata costituita la rete dei referenti. Attualmente tutte le ULSS hanno aderito alla proposta regionale comunicando alla Regione e/o all’ULSS funzione il nominativo del proprio referente e di un eventuale sostituto

Relazione 2015: è disponibile il documento in pdf. Vai al documento

Altre informazioni

Personale

Personale

Informazioni sul personale del Progetto

Comitato scientifico

Comitato scientifico

Informazioni sul comitato scientifico del progetto

Rete dei referenti

Rete dei referenti

Informazioni sulla rete dei referenti del progetto

Aree Tematiche | Dati Statistici | Formazione | News | Informazioni | Epidemiologia Ambientale © 2016 | Ultimo aggiornamento: 12/10/2016